Google Panda Update sbarca in Italia!

  • 4 Settembre 2011
  • SEO
Nessun Commento

Panda UpdateSalvezza per alcuni, condanna per altri: Panda Update, il nuovo algoritmo introdotto da Google, è arrivato da circa un mese anche in Italia. Niente di nuovo, verrebbe da dire. Google aggiorna di continuo i parametri per valutare il Rank di una pagina web. Di solito però si tratta di piccole modifiche, nulla di così evidente da far saltare sulla sedia i webmaster. Questa volta invece i googlers di Mountain View l’hanno fatta grossa. Panda Update, infatti, promette di migliorare il servizio offerto da Google in modo originale e decisivo. Come?

Semplice: valorizzando i siti web che offrono contenuti di qualità. Ovvero, per dirla con le parole dei pezzi grossi di Big G:

Il nostro ultimo update è pensato per ridurre il ranking dei siti di scarsa qualità, quindi la cosa fondamentale per i webmaster è assicurarsi che i loro siti abbiano la più alta qualità possibile. […] Tenete a mente che le persone che cercano in Google tipicamente non vogliono trovare contenuti superficiali o scritti male, contenuti copiati da altri siti o informazioni inutili. Inoltre, è importante che i webmaster sappiano che i contenuti di bassa qualità su una parte del sito possono impattare sul posizionamento di tutto il sito.

Dopo i paesi anglosassoni, insomma, anche l’Italia dovrà fare i conti con il temuto Panda. E a un mese di distanza dall’introduzione dell’update i primi risultati cominciano già a farsi vedere: contenitori di informazioni e aggregatori come ciao.it, twenga.it, tuttogratis.it e molti altri hanno subito penalizzazioni pesanti, mentre altri siti web più specifici sia per argomento che per profondità di analisi – compreso contenuti-web.it! – hanno guadagnato diverse posizioni.

Blog, un ottimo strumento per creare contenuti

A quanto pare le carte in tavola sono cambiate. Le vecchie regole seo di posizionamento non valgono più, o comunque valgono meno di prima, mentre i contenuti per il web (testi, news, informazioni, articoli, ecc) sono stati finalmente riconosciuti come elementi imprescindibili per decidere la qualità di un sito. Panda Update, infatti, è in grado di individuare non solo i contenuti duplicati, ma anche quelli di scarsa qualità, superficiali o addirittura inutili. E proprio su quest’ultimo punto si concentrano le critiche di alcuni webmaster professionisti e non: come può un algoritmo decidere se un testo è originale o meno?

Difficile rispondere. Di certo le cosiddette content farm (siti che postano un mucchio di informazioni di tutti i tipi con l’unico scopo di attirare link) avranno vita dura, mentre pagine molto specifiche che trattano un argomento in modo originale e dettagliato potranno risalire le SERP, con benefici diretti anche al resto del sito che le contiene. Ma le novità di Google Panda Update non finiscono qui. D’ora in poi anche elementi come la grafica, l’usabilità del sito e la possibilità di interagire con i social media (cliccare mi piace, condividere l’articolo, ecc…) saranno mattoni fondamentali nell’architettura di una pagina web e di un intero sito.

E voi, avete un sito privo di contenuti? O magari con testi non aggiornati? Dateci un occhio: il Panda non perdona!

Scopri il nostro corso!

Il portale Rubryca

Tutte le novità sul mondo del content marketing (e non solo)

Vuoi sapere come si diventa copywriter? O come gestire un profilo Facebook? O dove intervenire per ottimizzare un testo SEO? Continua a leggere, questo blog è per te!

Centra i tuoi obiettivi

Se pensi che i nostri servizi possano aiutare il tuo business a crescere, o se vuoi una semplice consulenza per capire come muoverti, scrivi un'email all'indirizzo di posta info@contenuti-web.it. Non costa nulla, anzi: ti fa risparmiare!

Articoli suggeriti...

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.