5 Tool Gratuiti per Organizzare la Navigazione Online

2 Comments

Migliorare la navigazione onlineCon l’aumento esponenziale dei siti web presenti in rete, il tempo che possiamo dedicare alla navigazione online è diventato ancora più prezioso. Trovare e salvare ciò che ci serve si fa di giorno in giorno più difficile, e a meno di avere degli strumenti per organizzare la navigazione, quest’ultima rischia di trasformarsi da piacevole passatempo in qualcosa di frustrante, noioso e sconclusionato. Discorso ancora più valido per chi – come il web writer – naviga in rete per lavoro, magari alla ricerca di fonti per scrivere un articolo oppure per recuperare info che lo aiutino a risolvere un problema di formattazione. I 5 tool che ho scelto per questo post sono quello che di meglio offre il web per organizzare una sessione di navigazione online. Scopriteli anche voi e, se ne conoscete altri, segnalatemelo!

PRENDERE APPUNTI VELOCI

Coarckboard.me, da non confondere con la versione più ricca (e complessa) coarckboard.it, è uno strumento essenziale sia nelle funzionalità – principalmente una: prendere appunti – sia nel layout. Il tool si presenta come una tavola di sughero su cui compaiono, ogni volta che clicchiamo il tasto sinistro del mouse, dei quadrati di pixel a mo’ di post-it. Vi confesso che all’inizio non avevo colto in pieno i vantaggi di una tale semplicità. A distanza di qualche settimana, tuttavia, coarckboard è diventata una tavola di appunti irrinunciabile, dove appiccicare quella mescolanza di pensieri personali (“ricordati che”, “manda l’email a ***”, ecc) e spunti presi dalla rete (link, frasi, parole, nomi, titoli di libri) che messi insieme costituiscono l’essenza delle mie sessioni di navigazione online, nonché una base per decidere, in un secondo momento, cosa salvare e cosa scartare.

Corkboardme

EVIDENZIARE

Awesomehighlighter vi consente di fare qualcosina in più: evidenziare parti di testo, salvarle ed eventualmente condividerle. Funziona così: si accede all’home page di Awesome, si inserisce l’url della pagina web o del documento che ci interessa, e in automatico il tool carica l’indirizzo al posto dell’home page, sostituendo la freccia del mouse con un piccoloevidenziatore giallo e aggiungendo un banner col pulsante “done” per salvare. Si può anche cambiare colore all’evidenziatore, salvare note in formato post-it e – per assicurare che i nostri spezzoni di testo non vengano rimossi – registrarsi in pochi click grazie al modulo disponibile seguendo la voce in alto a destra “register”. Ad ogni salvataggio, inoltre, viene assegnato un link per una condivisione istantanea. In più, avrete a disposizione una pagina personale dove ritrovare ciò che avete evidenziato durante la navigazione, con la possibilità di aggiungere foto, tag, testo e video ai vari salvataggi. Lo consiglio per l’affidabilità e l’immediatezza, soprattutto se confrontato con concorrenti come roohit.

Awesomehighlight

 

SALVARE NOTE

Fin qui abbiamo visto due pratici e veloci strumenti per salvare principalmente testo. A volte però quello di cui abbiamo bisogno è conservare o mettere da parte per qualche ora video, foto, grafici, immagini e così via. Il meglio per fare ciò – gratis, intendo – è a mio parere Evernote, divenuto in breve tempo, e a ragione, un vero colosso. Elencare tutte le sue funzioni in poche righe è impossibile, perciò mi limito a dire come sfruttarlo per organizzare una sessione di navigazione online. Installato sul computer il programma, avrete modo di creare nuove note singole, raccogliendole in quelli che si chiamano taccuini (in sostanza, cartelle). Le note possono essere davvero di qualsiasi tipo: oltre a parole, link, testi e appunti, anche i formati elencati sopra, il tutto condivisibile e recuperabile online in qualsiasi momento. Personalmente lo uso per catalogare le note secondo argomenti (uno per taccuino), in base al lavoro che sto svolgendo o all’articolo che andrò a scrivere di lì a poco. Insomma, si tratta di mettere un po’ d’ordine dopo una o due ore di caotica navigazione!

Evernote

RILEGGERE PIU’ TARDI

Tra le note salvate e catalogate, ce ne potrebbe essere qualcuna che vale la pena leggere – con calma – in un secondo momento, o magari tra una settimana, quando deciderete di affrontare e quindi scrivere il vostro articolo (o post) sull’argomento scelto. Per fare questo io uso un’applicazione molto user friendly di nome Instapaper, non tanto per la sostanza del prodotto ma solo perché dopo la registrazione (gratuita) ho potuto aggiungere alla toolbar l’icona “read later”, che mi consente con un click di salvare il testo di una pagina (con relativo link) e leggermelo più tardi con comodo. Credo non esista al mondo un sistema più veloce per fare questa operazione. Ad ogni modo, oltre che servendosi dell’icona, i documenti e i testi con relativo link possono essere inseriti direttamente a mano, il che rende la cosa ancora più interessante.

Instapaper

CONDIVIDERE IL TUTTO!

Se siete tipi/e a cui piace condividere proprio tutto, appunti e note comprese, allora il vostro lavoro di organizzazione di una sessione di navigazione online, pur essendo finito, può ancora darvi qualche frutto grazie ad Amplify. Per quanto il nome non sia tra i più fortunati – a qualunque italiano mediamente bombardato dagli spot pubblicitari non può che ricordare il dispositivo per l’udito Amplifon – questo tool gratuito permette di pubblicare online, sia nel wall del sito sia nei vari social network tipo Facebook o Twitter, bè, lo avrete già capito da soli: tutti i vostri ritagli! Basta compilare un breve form di registrazione (volendo si può anche inserire una piccola immagine) e aggiungere alla toolbar l’icona Amplify. Fatto questo, non vi resta che cliccare sul tasto ogni volta che vi sembra di aver trovato qualcosa a cui vale la pena dare un occhio… Amplify penserà al resto!

Amplify

A chi non è abituato a sessioni di navigazione online intense, risulterà forse incredibile che qualcuno possa avere bisogno di tutti e cinque questi strumenti. Eppure, ognuno è stato pensato – ed è per questo ho scelto loro – per un compito preciso, che altri strumenti o fanno peggio o fanno in modo più macchinoso e lento. Aspettando il giorno in cui qualche genialoide inventerà un’applicazione in grado di svolgere tutte e cinque queste funzioni con la stessa semplicità, vi consiglio di investire un po’ del vostro tempo per farci la mano, o almeno per togliervi il dubbio sulla loro utilità in base a quelle che sono le vostre esigenze. D’altra parte, se siete arrivati a leggere fin qui, potrebbe essere stato proprio per merito di uno di questi tool gratuiti!

 

Leggi anche:

Brochureware: come e perché evitarlo

Melascrivi e Populis Create: quanto si guadagna?

 

 

 

Scopri il nostro corso!

Il portale Rubryca

Tutte le novità sul mondo del content marketing (e non solo)

Vuoi sapere come si diventa copywriter? O come gestire un profilo Facebook? O dove intervenire per ottimizzare un testo SEO? Continua a leggere, questo blog è per te!

Centra i tuoi obiettivi

Se pensi che i nostri servizi possano aiutare il tuo business a crescere, o se vuoi una semplice consulenza per capire come muoverti, scrivi un'email all'indirizzo di posta info@contenuti-web.it. Non costa nulla, anzi: ti fa risparmiare!

Articoli suggeriti...

2 Comments
  1. Rispondi

    Ottimo articolo e ottime risorse, come sempre 🙂

    • Rispondi

      Molte molte grazie Beatrice, spero di averti fatto scoprire qualcosa di nuovo!
      Buon inizio settimana,
      a presto

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.