Gestione blog aziendale: info, come funziona e costi

  • 10 Agosto 2018
  • Blog
Nessun Commento

Gestione blog aziendaleLa gestione di un blog aziendale, vista dai non addetti ai lavori, suscita un misto di curiosità e interesse tutt’altro che scontati. Come funziona questo servizio? Quali costi sono previsti? E quanti articoli è necessario pubblicare? Chiariamo innanzitutto che stiamo parlando di una gestione del blog professionale per conto di aziende, vale a dire di un servizio di fornitura di post (articoli) per società, imprese, ecommerce, start up e perfino industrie negli ambiti più disparati. Noi di Contenuti WEB abbiamo collaborato nel corso degli anni sia con agenzie intermediarie sia direttamente con i clienti per gestire blog nuovi o prendere in mano blog lasciati spesso al loro destino (leggi: non più aggiornati). Si tratta di situazioni classiche:

  • da un lato chi vuole fare il grande passo e associare al proprio sito un blog moderno, oppure, in alternativa, aprire un ulteriore, formidabile canale di promozione quale appunto il blog.
  • dall’altro chi, per mesi o per anni, ha pubblicato articoli nel proprio blog con frequenza regolare, fino a non trovare più il tempo per farlo lasciando quindi il blog in stand by.

In entrambi i casi l’esigenza è la stessa: trovare un partner specializzato in grado di offrire una gestione del blog sicura, efficiente e vantaggiosa. Fatta questa premessa doverosa, vediamo perché un’azienda dovrebbe aprire o mantenere aggiornato un blog.

DAL POSIZIONAMENTO ALLE CONDIVISIONI: I VANTAGGI DEL BLOG AZIENDALE

Pubblicare post nel proprio blog aziendale non è uno sfizio. Ci sono milioni di ottime ragioni per aprire o riprendere ad aggiornare un blog. Ne ho parlato in diverse occasioni ma vale la pena ribadirlo anche qui. Il blog rappresenta ancora oggi l’unico vero canale per comunicare con il pubblico in modo approfondito, come in una sorta di conferenza a distanza o se preferite di focus online. A differenza di Facebook, Instagram e social media in generale, il blog lascia spazio a spiegazioni dettagliate, analisi, confronti, dimostrazioni: è insomma un mezzo con le sue peculiarità e dinamiche, il solo strumento dove è consentito attuare determinate strategie. Il blog assicura inoltre un flusso costante di contenuti freschi da condividere nei social network di cui sopra. Notizie, eventi, ma anche presentazioni di prodotti, tutorial e così via. Dove se non nel blog troviamo l’occasione per raccontare ciò che può colpire i nostri utenti?

Esempio di articolo nel blog aziendale di Alagna

Esempio di articolo nel blog aziendale di Alagna – Tour operator del Monte Rosa

E questo punto ci porta al terzo aspetto significativo, forse il più importante in assoluto: il SEO copywriting. È infatti grazie al blog che si può aumentare in misura sensibile il traffico verso il sito associato. Il meccanismo è presto detto: attraverso la pubblicazione di articoli ottimizzati (ovvero di articoli scritti per favorire il posizionamento sui motori di ricerca) si ha la possibilità, nel lungo periodo, di emergere fra i risultati ogniqualvolta un utente effettua una ricerca inerente a quell’argomento. Va da sé che non bastano pochi post: ce ne vogliono decine se non centinaia, solo allora raggiungeremo una massa critica tale per cui il nostro sito si distinguerà dalla concorrenza e conquisterà piano piano una propria autorità sul web, con benefici ad ampio raggio anche in relazione alle pagine istituzionali, e cioè alle pagine dedicate ai servizi proposti dall’azienda. A proposito di questo veniamo al quarto vantaggio, la link building interna. Scrivere una pagina ottimizzata per un servizio (“installazione infissi Roma”, “riparazioni computer Livorno”, “negozio sigari Milano”, ecc) e sperare che si posizioni su Google non è certo il massimo. I risultati migliori si ottengono quando la pagina viene collegata e linkata da altre pagine interne al sito. Già, ma quali? Crearne troppe a caso non va bene: molto meglio pubblicare un post di approfondimento!

Esempi link interni da un post del blog - WpEnergy

Esempi link interni da un post del blog – WpEnergy

Riassumendo, dunque, possiamo elencare almeno quattro grandi vantaggi correlati alla gestione di un blog aziendale.

1) SPAZIO PER L’INFORMAZIONE

Gli utenti della rete sono alla continua ricerca di informazioni. Dove trovare un prodotto? Come effettuare una riparazione? A chi rivolgersi per montare delle nuove tapparelle? Non aspettare che sia la concorrenza a dare le risposte: aggiorna il tuo blog!

2) CONTENUTI PER I SOCIAL NETWORK

Stanco di non avere nulla da dire nella tua pagina Facebook? Se la risposta è sì, un aiuto prezioso potrebbe venire proprio dal blog e dagli articoli (news) pbblicati online di settimana in settimana.

3) POSIZIONAMENTO SU GOOGLE

Un punto troppe volte sottovalutato riguarda il posizionamento dei post. Di qualunque settori si tratti, grazie al blog riusciremo a posizionarci per numerose parole chiave più o meno difficili, sia a livello nazionale che locale.

4) LINK BUILDING INTERNA

Far capire a Google quali sono gli argomenti del nostro sito non è affatto semplice. Scrivere pagine slegate fra loro va nella direzione opposta, ciò che serve è lavorare di link interni fino a costruire una rete concettuale completa, chiara e coerente.

IL CASO SIDERURGICA SERECO, AZIENDA DI ROMA

Dalla teoria alla pratica, vediamo un esempio concreto di gestione di un blog aziendale per conto di un negozio all’ingrosso di prodotti e articoli per la siderurgica e l’edilizia. La richiesta era abbastanza semplice: mantenere vivo il blog e intercettare nuovi utenti tramite ricerche organiche (non a pagamento). Sentito di persona il cliente e raccolte le informazioni del caso, ci siamo mossi per elaborare un piano editoriale e quindi una serie di titoli promettenti. Cercare di farsi largo per ricerche in tutta Italia sarebbe stato troppo difficile oltre che inutile: Siderurgica Sereco ha un bacino di utenza che copre per gran parte la provincia di Roma. Abbiamo quindi optato per articoli ottimizzati SEO e geolocalizzati, dove la località (Roma) era una delle keyword strategiche. A distanza di un anno dall’avvio della collaborazione erano già molti gli articoli posizionati. Oggi che di anni ne sono passati tre, possiamo elencare alcuni fra i posizionamenti raggiunti.

Secondo posto 1a pagina per “tetto ventilato roma” (link al posizionamento)

Posizionamento tetto ventilato Roma

Secondo posto 1a pagina per “reti elettrosaldate roma” (link al posizionamento)

Sesto posto in 1a pagina per “lavorazioni ferro battuto Roma” (link al posizionamento)

Quarto posto in 1a pagina per “cancelli zincati Roma” (link al posizionamento)

Inutile sottolineare quale portata possa avere per un’azienda che punta a distinguersi per questi servizi comparire in prima pagina per ricerche geolocalizzate su Roma e provincia. Pubblicità gratuita per gli anni a venire senza muovere un dito: è questo il significato di una gestione del blog ragionata!

COME VIENE GESTITO IL BLOG AZIENDALE IN CONCRETO

Passiamo ora ai retroscena: come viene gestito il blog aziendale? O, per essere più precisi: qual è il ruolo dell’agenzia partner nella fornitura di articoli? Generalizzare sarebbe sbagliato, proviamo quindi a rispondere illustrando le nostre modalità e procedure di gestione di un blog aziendale step by step.

  • Colloquio preliminare con il cliente

Con un primo colloquio telefonico o un primo scambio di email (a cui può fare seguito un’intervista telefonica approfondita), si cerca di prendere le misure, collezionare materiale per la scrittura degli articoli e prima ancora per la definizione delle keyword e deli titoli.

Nel nostro caso si tratta di un servizio gratuito

  • Definizione della collaborazione

Vengono definite nel dettaglio variabili come il numero di articoli al mese, la lunghezza dei post, la necessità o meno di servizi extra come l’inserimento in back office, la ricerca di immagini, la traduzione in inglese… Tutto questo porta alla definizione del preventivo con i costi e le tempistiche.

Nel nostro caso si tratta di un servizio gratuito

  • Stesura del piano editoriale

Dopo aver pianificato il lavoro viene il momento di redarre il piano editoriale e quindi la lista di titoli e rispettive (eventuali) parole chiave. Di solito si procede di bimestre in bimestre o di mese in mese, definire un piano annuale avrebbe poco senso perché la strategia va aggiustata strada facendo in base ai riscontri ottenuti.

Nel nostro caso si tratta di un servizio gratuito

  • Invio del primo post di prova

Se la collaborazione non è già consolidata (rinnovo di un contratto dall’anno precedente), è bene procedere sempre con un post di prova, così da allinearsi a livello di stile, comunicazione e contenuti online. Un modo per prendere le misure.

Offriamo eventuale articolo di prova gratuito

  • Inizio ufficiale della gestione

La gestione prende finalmente il via. A questo punto il cliente riceverà gli articoli concordati entro la scadenza prefissata e potrà di volta in volta revisionarli o approvarli per la pubblicazione. Mano a mano che continua la gestione, monitoriamo i risultati per verificare l’effettivo posizionamento dei post.

Solo a collaborazione avviata si pagano gli articoli

 

NON SOLO ARTICOLI: LA GESTIONE DEI SOCIAL MEDIA

Un blog gestito non deve per forza limitarsi alla sola pubblicazione di articoli ottimizzati SEO. In molti scenari è auspicabile che i post vengano subito condivisi sui profili social dell’azienda, in testa a tutti Facebook, ma anche Twitter, LinkedIn e altri. Si tratta di un’azione che ha senso per diversi motivi: in primo luogo perché consente di mantenere vivo e attivo il profilo social, inserendo nuovi contenuti che – fra parentesi – potrebbero finire prima o poi nei risultati di ricerca degli utenti (funzione questa presente su tutti i social). In secondo luogo perché un link all’interno di un aggiornamento Facebook o Twitter o LinkedIn ecc ha un certo peso in ottica SEO. Come dire: un post pubblicato online nel blog vedrà migliorare il suo posizionamento se ci saranno link esterni in entrata, anche da profili social (Google Plus pare sia molto gradito… a Google). Ecco che una buona strategia di gestione del blog aziendale deve includere di conseguenza anche un’attività di social media management coordinata.

Gestione Facebook Mes Retail

Gestione Facebook Mes Retail

COSTI INDICATIVI PER LA GESTIONE DI UN BLOG AZIENDALE

E veniamo all’ultimo aspetto: i costi per la gestione di un blog aziendale. Come si può capire da quanto scritto finora, le variabili in gioco sono tante: si va dalla sola scrittura dei post (che rappresenta pur sempre il grosso del lavoro) alla fornitura di un servizio completo che prevede la redazione degli articoli, la ricerca delle immagini, l’inserimento in back office, la gestione dei social media e perfino la traduzione in inglese. Molto dipende anche dalla lunghezza e dal numero di articoli: un conto è programmare una collaborazione di tre mesi con sei articoli totali di 300 parole l’uno, un conto è preventivare un lavoro annuale di ventiquattro o quarantotto articoli di 450-500 parole l’uno. Fa sorridere ma è come al mercato: più frutta e verdura si compra, meno si paga al chilo!

Vediamo un esempio comune a molti dei nostri clienti. La fornitura standard che ci viene richiesta in generale è di due articoli al mese per un semestre o per un anno. Come scritto sopra il piano editoriale è incluso nel prezzo, così come la definizione della lunghezza e delle caratteristiche necessarie per fare un buon lavoro. Avremo di conseguenza un costo ad articolo più alto nel caso del semestre (12 articoli totali) e più basso nel caso dell’annuale (24 articoli totali).

Ammesso che l’argomento non sia eccessivamente tecnico, ecco due preventivi realistici:

12 articoli (1 semestre di gestione con 2 post/mese)

PREZZO TOTALE 420 EURO IVA INCLUSA (35 euro ad articolo)

24 articoli (1 anno di gestione con 2 post/mese)

PREZZO TOTALE 720 EURO IVA INCLUSA (30 euro ad articolo)

Le condizioni di pagamento vengono concordate secondo le esigenze del cliente, di solito è previsto un pagamento bimestrale o mensile senza anticipo. Alla pagina Esempi & Prezzi segnaliamo inoltre la possibilità di risparmiare acquistando la card prepagata da 5, 10 o 20 articoli, valida anche per la gestione del blog.

 

Non resta ora che passare all’azione e decidere come muoversi. Se hai bisogno di schiarirti le idee, scrivici nei commenti o contattaci in privato senza impegno!

 

Scopri il nostro corso!

Il portale Rubryca

Tutte le novità sul mondo del content marketing (e non solo)

Vuoi sapere come si diventa copywriter? O come gestire un profilo Facebook? O dove intervenire per ottimizzare un testo SEO? Continua a leggere, questo blog è per te!

Centra i tuoi obiettivi

Se pensi che i nostri servizi possano aiutare il tuo business a crescere, o se vuoi una semplice consulenza per capire come muoverti, scrivi un'email all'indirizzo di posta info@contenuti-web.it. Non costa nulla, anzi: ti fa risparmiare!

Articoli suggeriti...

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.